4 Consigli utili per chiunque voglia visitare l’Egitto

E’ uno dei posti considerati la culla della civiltà, dove visse una popolazione così ricca di tradizioni, storia, cultura e mitologia che il trovarla estremamente interessante viene quasi spontaneo.

È un viaggio che andrebbe fatto almeno una volta nella vita, per sentirsi in contatto con quelle che fino ad ora sono solo state immagini stampate in un libro di scuola.

Ecco qui i cinque consigli per chiunque voglia visitare questo straordinario paese:

Concedetevi del tempo! L’Egitto è pieno di attrazioni di ogni tipo, e non basteranno quattro giorni in croce per poterlo visitare tutto! Se si vuole tornare a casa soddisfatti della propria escursione in questa terra incantevole, sono necessari almeno una decina di giorni.

 

Non limitatevi ad una semplice “vacanza”: Per chiunque viaggi con regolarità risulta spontaneo identificare la differenza tra un viaggiatore ed un semplice turista (sandali con i calzini in primis), ma è mia premura assicurare ad entrambe le categorie che l’Egitto offre intrattenimento per entrambe le categorie, divenendo meta ideale sia per vacanze in solitaria, sia per viaggi di nozze, sia per portarci la propria famiglia.

Il mio consiglio numero uno è quello di suddividere la vacanza in due parti: la crociera sul Nilo e il soggiorno sulla costa.
Utilizzando una crociera sul Nilo (crociera è un modo di dire, dato che le “navi” utilizzate sono abbastanza piccole e non vi troverete nulla di più che cabine standard, un ristorante, una sala karaoke e una piccola piscina sul ponte superiore, nulla a che vedere con le crociere delle enormi multinazionali) sarà facile per voi visitare tutte le principali città e attrazioni storiche costruite sulle sponde di quest’ultimo.

(niente coccodrilli, purtroppo, dato che sono rimasti tutti dall’altra parte della diga)

Per la seconda settimana di vacanza una delle località sul mare (Hurgada o Sharm el Sheikh ) vi consentiranno di ammirare le meraviglie della barriera corallina del mar rosso, non molto lontano da altre attrazioni storiche situate lontano dal Nilo.

 

Ignorate gli stereotipi! Da quando il dilagante terrorismo ha insinuato in tutti un (insensato) terrore nei confronti di tutto il mondo arabo, si comincia a pensare che chiunque viva in quelle zone debba necessariamente odiare gli occidentali. NON E’ COSI’! Gli Egiziani sanno bene che parte del sostentamento del loro paese proviene dal turismo, e non potrete mai trovare gente più amorevole, accogliente e disponibile nei vostri confronti! Il mio consiglio è quello di farvi coinvolgere in ogni tipo di attività, provare le loro bevande tipiche, il loro cibo, i loro vestiti, visitare i villaggi dei beduini e provare a salire su di un cammello (per quanto a volte questo sia costoso, è un’esperienza che va provata) o fare un’escursione sui quod nel deserto o in groppa ad un asino nelle città o nel mercato cittadino.
C’è così tanto da fare che non avrete nemmeno il tempo di ricordarvi di quegli stupidi stereotipi abbandonati a casa!

 

Lasciatevi andare: Molte volte si tende a cadere preda del tipico stress-da – viaggio- perfetto. Rilassatevi, siete in un posto bellissimo ed è questo il momento adatto per lasciare a casa i pensieri cattivi e godervi l’atmosfera che solo 4000 anni di storia possono regalarvi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *